Massaggio

È la più antica forma di terapia naturale: il gesto di portare una mano su una zona sensibile e strofinarla è talmente innato negli uomini che si sostiene faccia parte del DNA. Praticato sia in oriente che in occidente, il massaggio risale alla notte dei tempi.
Lo scopo del massaggio è ristabilire l’equilibrio e l’armonia tra una mente spesso tormentata e un corpo teso. Aiuta a riconciliarsi con se stessi e a non negare il proprio corpo.
Il massaggio migliora la circolazione sanguigna e linfatica, drena le scorie e le tossine accumulate nei tessuti, riduce lo stress regalando un lungo momento di piacere e benessere.
Il massaggio agisce sull’organismo a differenti livelli, amplia la mobilità articolare, migliora il sonno, aumenta la capacità respiratoria, sviluppa la percezione del nostro corpo, favorisce il rinnovamento cellulare, allevia il mal di schiena e migliora il transito intestinale.

Soul contact Massage

Nettare di antichissime conoscenze appartenenti a tradizioni millenarie, il Soul Contact Massage permette di prendere contatto con la propria natura indivisa e sperimentare stati meditativi e di coscienza di maggior livello di consapevolezza.
È un’esperienza meditativa che avviene “con”, “attraverso” e “oltre” il corpo fisico, che agisce sul sistema Corpo-Mente-Emozioni. Permette una profonda connessione con la parte più intima e vera sé e con tutto ciò che ci circonda.

Effetti benefici del Soul Contact Massage:

  • Riequilibrio energetico
  • Profonda sensazione di nutrimento
  • Appagamento globale che investe tutti i piani:
  • Fisico, emotivo e mentale
  • Bilanciamento della vitalità personale
  • Azione compensativa
  • Acquietarsi dell’attività discorsiva mentale
  • Ritrovata ‘centratura’
  • Riduzione dello stato di agitazione interiore
  • Maggior lucidità e capacità di concentrazione
  • Calma e tranquillità

Massaggio Californiano

Il massaggio Californiano è nato in America nei pressi di San Francisco negli anni ’70, ideato da equipe di professionisti in diverse discipline che operavano nei centri psicoterapeutici e nelle cliniche dove erano ricoverati i reduci del Vietnam.

Il trattamento ideato voleva risvegliare nelle persone che lo ricevevano, attraverso metodiche dolci e naturali, sensazioni e sensibilità bloccate, permettendo di ritrovare la propria percezione corporea ed esprimere emozioni e vissuti.

Il massaggio californiano si effettua con oli profumati.

L’operatore resta sempre in contatto con la persona trattata e le mani seguono movimenti lenti, fluidi, avvolgenti, ritmici, circolari, lunghi sull’intera superficie del corpo, dando una straordinaria sensazione di benessere, di completezza, di gioia e di calma.

Questo massaggio porta profondi effetti riequilibranti consentendo all’energia vitale di ritornare a scorrere nel nostro corpo donando una sensazione di rilassamento e benessere generale, oltre a modellare, tonificare la pelle, sciogliere contratture muscolari e dare elasticità alle articolazioni.

Fin dalle prime sessioni si possono rilevare benefici molto significativi, sia sul piano fisico in generale, sia sul piano emozionale e psichico. È molto indicato in caso di forte stress per portare calma all’attività discorsiva mentale.

Il trattamento ha una durata di circa 60 minuti e si esegue con l’ausilio di olio caldo.

Massaggio Rudolf Breuss

Il massaggio Breuss alla colonna vertebrale è una “disciplina bionaturale” ideata dal guaritore e naturopata austriaco Rudolf Breuss (1899-1990).

Parte dal presupposto che non esistono dischi intervertebrali consumati, ma solo “dischi degenerati” e che una rigenerazione sia possibile: durante uno sforzo fisico, o più comunemente durante le normali attività diurne i dischi intervertebrali vengono compressi, perdendo liquidi. Con esercizi di scarico vertebrale, o semplicemente dormendo o riposando in posizione sdraiata le vertebre si allontanano leggermente tra di loro, favorendo un riassorbimento dei liquidi da parte dei dischi.

Il massaggio Breuss consiste in diverse manovre di rilassamento e distensione della muscolatura intervertebrale che favorirebbero questo processo naturale. Si utilizza preferibilmente come prodotto per il massaggio l’olio di iperico (a cui vengono attribuite proprietà sedative e antinfiammatorie), ma anche altri oli possono essere utilizzati.

Esiste poi un fase più sottile del massaggio che prevede l’utilizzo di un foglio di carta seta (carta velina) da stendere lungo la schiena (abbondantemente unta) del ricevente, mantenendo le mani dell’operatore a contatto, di volta in volta lungo l’intera colonna. I sostenitori del metodo avanzano due spiegazioni per questa manovra: una di tipo “energetico”, una di tipo biochimico.

Dal punto di vista biochimico, la carta creerebbe un ambiente caldo umido con la cute del ricevente: il calore viene in parte dal corpo del ricevente, in parte dalle mani appoggiate dell’operatore, mentre sotto la carta l’olio contribuisce a creare un microclima umido. In sostanza si forma un piccolo “effetto serra” lungo la schiena del ricevente che, riscaldandosi e idratandosi, rilascerebbe le tensioni muscolari e di conseguenza il dolore.

Back to Top