Vedo

Negli ultimi anni ho iniziato a vedere in modo nuovo simboli, loghi di brand e parole,
complici yoga, meditazione e un ritrovato amore per il silenzio e la solitudine.
Ho iniziato a fare collegamenti tra elementi di ambiti differenti, e ho deciso di tenerne traccia con questi disegni.

Ho meditato sulle parole, sullo spazio tra le parole, tra le lettere, tra una parola e l’altra, sulla loro musicalità.

Come un bambino, uno scienziato. Non so dove questa cosa mi porterà ma è un gioco che mi piace.
Una sorta di memorabilia, un memory game che mi ricorda chi sono e cosa faccio qui.

La mia “stairway to heaven“,
la mia scala reale.

Back to Top